Radicali liberi

I radicali liberi sono delle molecole aggressive che si vengono a creare per la perdita di elettroni, tendono ad attaccare altre molecole, e sono causa di invecchiamento, e malattie degenerative.
Si dividono in due grosse categorie, esogene che sono il prodotto di reazioni chimiche spontanee da inquinanti atmosferici come ozono, ossido di zinco, dai raggi cosmici, e dalle radiazioni, ed endogene quando nascono da reazioni dell’ossigeno con emoglobina, ferro e sostanze che si trovano naturalmente all’interno nel nostro organismo.
I radicali liberi tendono ad aumentare con l’età e sono pericolosi anche perché da essi si può generare una rezione a catena che genera a sua volta altri radicali liberi ancora più aggressivi e pericolosi,in sostanza sono molecole ionizzate positivamente per la perdita di elettroni in seguito ad un’ossidazione cioè ad una reazione avvenuta con l’ossigeno, e quindi essa tenderà a rubare elettroni a sua volta ad altre molecole.

Gli antiossidanti invece sono sostanze che inibiscono l’azione sulle molecole bersaglio dei radicali liberi impedendone così l’ossidazione.